Spettacolo-Teatrale

Ecco quali sono i teatri che riaprono

Dario Franceschini - Ministro della CulturaFinalmente la cultura comincia a riprendersi i suoi spazi. Uno dopo l’altro, ognuno con i propri modi e i propri tempi – ma tutti con le dovute precauzioni anti Covid – riaprono i teatri un po’ in tutta Italia. Anche se non si è rispettata la scadenza simbolica del 27 marzo, giornata mondiale del teatro, la notizia che i teatri ed i palcoscenici cominciano a riaprire la loro attività è importante per tutti. Ora, però, l’importante è andare avanti. I protocolli di sicurezza restano, però, fondamentali: prenotazione del proprio posto distanziato, obbligo di indossare la mascherina e misurazione della temperatura all’ingresso. La cultura vale qualche sacrificio.
“Ci può essere un’offerta culturale compatibile con l’esigenza di massima cautela e di massima sicurezza. Tutte le misure sono scrupolose” ha assicurato il ministro Dario Franceschini che ha sottolineato quanto ci sia “bisogno di cultura” e che sono molte le “persone che aspettavano da tanto tempo che si tornasse al cinema, al teatro, al museo”.

 

Dario Franceschini - Ministro della Cultura

Spettacolo: dal 26 Aprile la riapertura

draghi press

L’Italia si prepara a riaprire i luoghi della cultura. Nella conferenza stampa il premier Draghi e del ministro Speranza hanno annunciato una serie di aperture dal 26 aprile. Anche il ministro della Cultura  Dario Franceschini è intervenuto. Sulle riaperture “abbiamo da poco finito una cabina di regia che ha discusso lungamente a Palazzo Chigi. Dal 26 aprile, con qualche giorno di anticipo rispetto all’ipotesi dei primi di maggio, potranno riaprire teatri, cinema, musei e eventi all’aperto con misure di limitazione della capienza che conoscete e che abbiamo lungamente discusso con le categorie e gli esercenti”, ha spiegato. Franceschini, chiudendo l’incontro online organizzato dal Pd sulla situazione dello spettacolo, ha ribadito di aver chiesto al Cts la possibilità di allargare le presenze per gli eventi all’aperto.

Spettacolo-Teatrale

#Ricominciamo: le norme per riaprire anche in zona rossa

cinema vuoto covidLa voglia di riaprire e di ricominciare è tantissima. Pronto per essere sottoposto a Governo e Cts il documento predisposto dalle Regioni per le riaperture, norme che prevedono le riaperture coi protocolli della zona rossa e soprattutto anche a cena.

Ristoranti aperti a pranzo e cena, via libera al rientro in palestra e piscina così come si potrà tornare a guardare un film al cinema o uno spettacolo a teatro e a sentire un concerto dal vivo a prescindere se ci si trovi in zona gialla, arancione o rossa. È questo l’intento delle linee guida per le riaperture (quando saranno autorizzate ndr.) elaborate dalle Regioni e che saranno sottoposte all’esame di Governo e Cts.

Molte le misure in comune, come il predisporre un’adeguata informazione, mettere a disposizione dispenser con prodotti igienizzanti per l’igiene delle mani, favorire il ricambio dell’aria, privilegiare l’ingresso con prenotazione, frequente pulizia e disinfezione delle aree comuni e possibilità di misurare la temperatura escludendo l’ingresso a coloro che hanno oltre i 37,5°.